Fonte:

Ansa

Come il “Ministero della Verità” di “1984”, la Fifa e le altre istituzioni collegate, lavorano alla rimozione di ogni memoria storica. Niente più ricordo dei caduti in guerra o McClean che si rifiutano di indossare il papavero: loro sterilizzano tutto e la chiamano felicità. Vietato dissentire.

***

(ANSA) – ZURIGO, 23 NOV – La Fifa ha avviato un’azione disciplinare nei confronti dell’Irlanda del Nord e del Galles per aver disatteso le norme che vietano i simboli religiosi, politici o commerciali avendo esposto in alcune sezioni dei rispettivi stadi l’immagine di un papavero, che simboleggia i caduti della Prima Guerra mondiale. Uguale provvedimento era stato preso giorni fa nei confronti di Inghilterra e Scozia, i cui giocatori nella sfida di qualificazione mondiale dell’11 novembre il giorno del ricordo dei caduti – portavano al braccio una fascia col disegno di un papavero rosso sangue. La Fifa prima della partita aveva avvertito le federazioni di Londra ed Edimburgo di non usare il simbolo per non contravvenire ai regolamenti, provocando la reazione del premier Gb Teresa May. Nord Irlanda e Galles avevano scelto di esporre il papavero sugli spalti, in occasione delle partite con l’Azerbaigian a Belfast (sempre l’11/11) e contro la Serbia a Cardiff, il giorno successivo. Entrambe le rischiano una multa.