Lo scenario per la sfida capitolina sarà diverso da quello della passata stagione dove entrambe le tifoserie protestavano contro le barriere dell’Olimpico

ROMA – Entusiasmo e coerenza. Sono gli stadi d’animo, per certi versi contrapposti, con i quali le tifoserie di Lazio e Roma approcciano il derby del 4 dicembre. Da una parte la ritrovata euforia figlia dei risultati della squadra di Inzaghi che spinge i laziali a riempire la Nord, nonostante le barriere. Dall’altra l’ostinata protesta dei romanisti che lasceranno ampi spazi vuoti nella Sud per non spezzare la polemica contro i provvedimenti adottati per lo stadio Olimpico da Prefetto, Questura e Ministero degli Interni. Lazio-Roma sarà un derby anomalo, almeno sotto il profilo del tifo sugli spalti.

NORD PIENA, SUD SEMIVUOTA – Dal quartier generale di Formello giungono notizie positive per il botteghino di chi ospita: la Nord va verso il tutto esaurito e non è escluso che i tifosi organizzino anche una coreografia per spingere Biglia e soci alla vittoria. Che manca, vale la pena ricordarlo, dal derby di Lulic e della finale di Coppa Italia, 26 maggio 2013. Il cuore del tifo romanista, invece, sarà coerente con le scelte dell’ultimo anno e mezzo: zero striscioni, nessuna coreografia e Sud abbandonata un po’ a se stessa con tanti tifosi che rimarranno a casa. L’anno scorso andò diversamente: Lazio e Roma si unirono nella protesta e il 3 aprile all’Olimpico si giocò una partita spettrale. Stavolta sarà diverso, anche se romanisti e laziali faranno sentire tutto il loro sostegno negli allenamenti della vigilia: domani a Formello mille tifosi a caricare gli uomini di Inzaghi; tra venerdì e sabato al Tre Fontane in 1500 si sgoleranno per quelli di Spalletti.

IL COMUNICATO DELLA SUD: LA COERENZA E’ UNA BATTAGLIA VINTA – La Curva Sud resterà fuori nonostante gli appelli di Totti, De Rossi e Florenzi. Dopo aver seguito quelli dello scorso anno a Testaccio e via Tiburtina, l’appuntamento per il 4 dicembre è presso l’Academy Qualcio Roma in viale dei Romanisti. Questo l’appello della Curva: “Anche se lontani dagli spalti e dalla nostra casa, la Curva Sud, il derby non sarà mai una partita come le altre. Proprio per questo motivo lo vivremo tutti insieme ancora una volta. L’appuntamento è presso il Centro Sportivo “Academy Qualcio Roma” in viale dei Romanisti (angolo via Palmiro Togliatti) dove davanti ad un maxischermo tiferemo come se fossimo all’Olimpico. In attesa del risultato del campo una cosa è certa: noi abbiamo già vinto! Chi rinuncia ad un derby per coerenza con i propri principi non perde mai! Avanti Curva Sud, questa battaglia la vinciamo noi! ROMA“.