Articolo esterno proveniente da:

Il Secolo XIX

Giusto per segnalare le problematiche di ordine pubblico. I toni e le sfumature, abbastanza evidente ma lo sottolineamo a scanso di equivoci, vanno nettati del palese sensazionalismo.

***

Sestri Levante – Quando via Nazionale viene chiusa al traffico, chi è in strada capisce che una domenica pomeriggio di sole rischia di trasformarsi in una manciata di ore di delirio. Tifosi del Sestri Levante da una parte, dall’altra si vedono i supporter della Virtus Entella giunti in 40 a dare manforte a quelli della Sanremese, con i quali sono gemellati. Una vigilessa prova addirittura a dividerne due e si becca una gomitata sulla faccia.

Dopo la partita di calcio del campionato di serie D fra Sestri Levante e Sanremese di ieri pomeriggio, finita con la vittoria di quest’ultima per uno a zero, la rivalità fra le due tifoserie è passata dalle parole ai fatti. Ragazzi e uomini che si rincorrevano per le strade cittadine e i carabinieri sestresi, assieme ai colleghi del battaglione, impegnati a cercare di dividere i due gruppi ultras e garantire la sicurezza di tutti gli abitanti della zona di Santa Vittoria e del centro. La calma è tornata alle 20 e i militari stanno lavorando per identificare i protagonisti di un pomeriggio di follia. Non è escluso che nelle prossime ore partano le prime denunce e i Daspo. E due persone, un sestrese e un chiavarese, sarebbero già nella lista degli investigatori.

Che la partita fosse a rischio era noto. Le due tifoserie non sono amiche ma, soprattutto, si temeva l’arrivo da Chiavari di supporter dell’Entella, con i quali i Corsari (gli ultras del Sestri) sono da sempre in aperto contrasto. Pessimi rapporti che durano da vari decenni e che, in passato, hanno già portato a scontri.

È possibile che, oltre i timori, le forze dell’ordine avessero raccolto delle indicazioni precise per la partita di domenica, visto che il questore aveva disposto un servizio di ordine pubblico rafforzato rispetto al solito. Così fuori dal Sivori c’erano schierati una quindicina di carabinieri, fra quelli della compagnia e della stazione di Sestri Levante e quelli arrivati da Genova del battaglione. Con loro i vigili urbani di Sestri Levante, concentrati sulla gestione della viabilità, e, all’interno, gli steward.