3627arezzo siena assalto pullman tifosiCon la determinazione di ieri, le autorità di pubblica sicurezza hanno rimarcato il ”deplorevole comportamento” dei sostenitori aretini dopo la partita di Coppa Italia della scorsa settimana, quando i pullman dei supporters senesi furono oggetto di una sassaiola. La gara del ”Franchi” del prossimo 22 novembre considerata ad alto rischio, ma ad oggi non ci sono divieti. Decisiva la riunione del Gos della prossima settimana.

Nella nota finale si legge che ”l’Osservatorio, nel rimarcare il deplorevole comportamento posto in essere dai tifosi del Vicenza, dell’Arezzo, del Siena e dell’Avezzano, rispettivamente, in occasione delle gare Vicenza – Ascoli Picchio del 7 settembre, Arezzo – Siena del 4 novembre e Giulianova – Avezzano dell’8 novembre, attiverà il costante monitoraggio del contegno delle predette tifoserie in occasione dei prossimi incontri di quelle compagini, al fine di considerare, in caso di reiterazione di condotte deprecabili, la possibilità di proporre al CASMS l’adozione di provvedimenti di rigore”.

Ciò significa che, almeno per adesso, la sassaiola contro i pullman dei tifosi senesi della settimana scorsa non avrà conseguenze. Resta il fatto che Siena-Arezzo di campionato, in programma per domenica 22 novembre alle ore 17.30, è considerata una partita con alti profili di rischio. E dunque l’Osservatorio ha predisposto alcune misure di prevenzione: sospensione delle facilitazioni per i sostenitori ospiti e conseguente vendita dei tagliandi ai soli sottoscrittori del programma di fidelizzazione della società U.S. Arezzo; implementazione del servizio di stewarding; implementazione dei servizi di controllo, nelle attività di prefiltraggio e filtraggio, con particolare riferimento alla corrispondenza delle generalità indicate sul biglietto e quelle dell’utilizzatore; ulteriori misure organizzative relative alle vendita dei biglietti da adottare in sede di G.O.S.; scambio di informazioni e stretto raccordo tra i Supporter Liaison Officer delle società interessate.

Ad oggi nessun divieto quindi, anche se la riunione del Gos della prossima settimana sarà decisiva per capire quali misure organizzative verranno predisposte per la trasferta allo stadio ”Franchi”.