Prima di esporre la nostra presa di posizione, è bene fare alcune premesse da cui sono scaturite le nostre decisioni. Innanzitutto noi non crediamo nel fatto che queste restrizioni anticovid per gli stadi siano frutto di un progetto mirato ad eliminare gli ultras, come molti pensano. Sicuramente negli ultimi anni c’è stata una forte repressione contro il mondo del tifo in Italia, ma in questo momento purtroppo critico per la nostra nazione, ci sono delle normative generali e quindi non relativi solo agli stadi, che limitano la libertà di tutti, giusto o sbagliato non tocca a noi dirlo. Pensiamo invece che le curve, il tifo, le coreografie manchino tanto al mondo del calcio, alle società e anche alle pay-tv, in quanto tutti si sono resi conto di quanto siano squallide le partite prive di tifosi e senza quel calore e quello spettacolo che solo gli ultras sono in grado di offrire. Inoltre riteniamo il greenpass un metodo di controllo non prettamente riservato agli stadi, come in passato lo sono stati la tessera del tifoso o i biglietti nominali (contro cui comunque si sono fatte lotte improduttive e disorganizzate) ma che interessa tutti i settori. Noi riteniamo che senza partita, senza trasferta, senza aggregazione il nostro movimento prima o poi è destinato a deteriorarsi, soprattutto in quelle realtà più piccole come la nostra, in cui un’altro anno lontano dagli stadi significherebbe perdere ciò che di buono negli anni passati si è costruito, comprese tante nuove leve.
Premesso ciò, abbiamo deciso di tornare ad occupare il nostro settore, per tifare come sempre abbiamo fatto e nel modo in cui lo abbiamo sempre fatto, e se ciò non ci sarà permesso, solo allora prenderemo decisioni drastiche a riguardo.
Non giudichiamo le decisioni di altre piazze italiane, perché qualunque essa sia è senz’altro da rispettare, visto l’incertezza e le difficoltà di questo periodo storico, con la speranza che al più presto si torni a tifare ovunque senza alcun problema.
I gruppi ultras organizzati IRRIDUCIBILI 03, A GOMITO ALTO e DECIMA MAS esortono tutti da subito a stringersi attorno alla nostra squadra, per far sì che il nostro settore torni ad essere il vero dodicesimo uomo in campo.
…E GIÀ NON VEDO L’ORA DI RITORNARE !