Gli ultras ospiti hanno appiccato falò in più punti del settore a loro destinato. Dopo una sospensione di una ventina di minuti, la gara è ripresa in un’atmosfera infernale.

Incidenti tra tifosi e falò sulle gradinate, tali da costringere l’arbitro a sospendere il match per una ventina di minuti. E’ accaduto anche questo nel derby di Belgrado giocato allo stadio Marakana da Stella Rossa e Partizan. Un’atmosfera surreale, quasi un girone infernale con il settore dello stadio riservato ai sostenitori ospiti messo a soqquadro e divenuto una bolgia nella ripresa, a dieci minuti dal fischio d’inizio. Gli ultras del Partizan hanno appiccato le fiamme in più punti della Curva, ballato intorno ai fuochi, sfidato le forze dell’ordine in assetto antisommossa e i pompieri che, da lontano, provavano a direzionare il getto d’acqua per spegnere l’incendio. Le squadre in campo ad assistere a quella scena coi tifosi scatenati dall’autogol di Obradovic che, 11sima giornata del campionato serbo, è risultato decisivo per la vittoria dei padroni di casa.

[Fonte: Calcio Fanpage]