Derby sentito quello fra Capolona e Subbiano con il paese subbianese che presenta un tocco di colore nella via del borgo in omaggio alla sua squadra di calcio per la quale, inoltre, appende un grosso bandierone nell’antica torre longobarda. Corteo verso la vicina Capolona per la tifoseria ospite, il tutto condito da fumogeni e scoppio di mortaretti.

Il Capolona occupa una posizione di classifica tranquilla mentre il Subbiano è in testa al campionato anche se il Rassina non molla la presa. Ingresso delle squadre in campo con coriandoli da parte del pubblico subbianese mentre gli amaranto di casa esibiscono un bandierone copricurva.

Il tifo è davvero buono con gli ultras che si compattano e si divertono mentre non mancano, come in ogni derby che si rispetti, le punzecchiature fra una a altra parte. Nel finale qualche piccolo parapiglia ma tutto torna nella norma nel giro di qualche minuto.

In campo il Subbiano vince per 1-0 proseguendo la sua corsa al titolo, ma di questo derby si parlerà di più, nei giorni a seguire e anche nella cronaca extra-locale, per lo striscione esposto dai tifosi del Capolona e poi fatto togliere dalle forze dell’ordine, menzionato alla “Domenica Sportiva” e che ha fatto il giro di tutti i TG con la solita coda di polemiche e strali dai toni indignati.

Sauro Subbiani