curvasudsalernoSono state pubblicate le determinazioni del Giudice Sportivo relativamente alle gare del decimo turno di campionato. Pioggia di multe ai club del girone B, la Salernitana si vede infliggere 2000 euro di ammenda per l’accensione di fumogeni e petardi, per il lancio di bottigliette e per l’utilizzo di raggio laser atto a disturbare gli avversari. Multe anche a Pisa, Perugia, Frosinone, Benevento e Lecce.

Chiusi (con sospensiva) i settori degli stadi di Frosinone, Benevento e Nocerina per cori inneggianti alla discriminazione territoriale. Nel caso della Nocerina, si tratta di cori rivolti alla città di Salerno.

Nocerina che a Salerno dovrà fare a meno di Kamana (rosso diretto) e Sabbione (recidiva). Nei granata un turno di stop a Morris Molinari, espulso contro il Grosseto. Secondo giallo stagionale per Piva. Sugli altri campi ritorno in panchina con espulsione per Bruno Giordano.

DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

Il Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito dal Rappresentante dell’A.I.A. Sig. Roberto Calabassi, nella seduta del 4 Novembre 2013 ha adottato le deliberazioni che di seguito integralmente si riportano:

1^ D I V I S I O N E

GARE DEL 1° E 3 NOVEMBRE 2013

GARA FROSINONE – BENEVENTO

– Il Giudice Sportivo,

– letti gli atti ufficiali o s s e r v a

– che sostenitori della società Frosinone più volte durante la gara intonavano cori inneggianti alla discriminazione territoriale verso la città di Benevento;
– che tali cori venivano chiaramente percepiti dal commissario di campo;
– che pertanto risulta accertata la responsabilità della società con conseguente applicazione delle sanzioni previste dall’art. 11 nn.1 e 3 del C.G.S. e applicazione della sospensione di cui all’art. 16 n. 2 bis del C.G.S..

– Tutto ciò premesso,
d e l i b e r a

– di infliggere alla società Frosinone la sanzione della chiusura del settore dello stadio distinti denominato “curva nord” per una gara effettiva;
– di sospendere l’esecuzione della sanzione ai sensi dell’art. 16 n.2 bis del C.G.S.

GARA FROSINONE – BENEVENTO
– Il Giudice Sportivo,
– letti gli atti ufficiali
o s s e r v a
– che sostenitori in campo avverso della società Benevento più volte durante la gara intonavano cori inneggianti alla discriminazione territoriale verso la città di Frosinone;
– che tali cori venivano chiaramente percepiti dal commissario di campo;
– che pertanto risulta accertata la responsabilità della società con conseguente applicazione delle sanzioni previste dall’art. 11 nn.1 e 3 del C.G.S. e applicazione della sospensione di cui all’art. 16 n. 2 bis del C.G.S..

– Tutto ciò premesso,
d e l i b e r a

– di infliggere alla società Benevento la sanzione della chiusura del settore dello stadio “Ciro Vigorito” denominato “curva sud”, riservato ai tifosi ultras, per una gara effettiva,
– di sospendere l’esecuzione della sanzione ai sensi dell’art. 16 n.2 bis del C.G.S.

GARA NOCERINA – GUBBIO

– Il Giudice Sportivo,
– letti gli atti ufficiali o s s e r v a

– che alla fine del 1° tempo di gara e due volte durante il 2° tempo sostenitori della società Nocerina intonavano cori inneggianti alla discriminazione territoriale verso la città di Salerno;
– che tali cori venivano percepiti in maniera univoca dal commissario di campo e dal collaboratore della Procura Federale;
– che pertanto risulta accertata la responsabilità della società con conseguente applicazione delle sanzioni previste dall’art. 11 nn.1 e 3 del C.G.S. e applicazione della sospensione di cui all’art. 16 n. 2 bis del C.G.S..

– Tutto ciò premesso, deliber
– di infliggere alla società Nocerina la sanzione della chiusura del settore dello stadio denominato “curva ovest” per una gara effettiva,
– di sospendere l’esecuzione della sanzione ai sensi dell’art. 16 n.2 bis del C.G.S.

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari:

SOCIETA’ – AMMENDA

€ 3.000,00 PISA 1909 S.S.AR.L. perchè propri sostenitori introducevano e accendevano nel proprio settore alcuni fumogeni uno dei quali veniva lanciato nel recinto di gioco, senza conseguenze; gli stessi più volte durante la gara intonavano cori offensivi verso le forze dell’ordine, l’istituzione calcistica e l’allenatore della squadra avversaria.

€ 2.500,00 PERUGIA CALCIO S.R.L. per indebita presenza nell’intervallo della gara in zona spogliatoi di persona non identificata ma riconducibile alla società; lo stesso accedeva negli spogliatoi al termine della gara e rivolgeva agli addetti federali frasi irriguardose.

€ 2.000,00 SALERNITANA 1919 S.R.L. perchè propri sostenitori introducevano e accendevano nel proprio settore alcuni fumogeni e facevano esplodere due petardi senza conseguenze; gli stessi durante la gara disturbavano con raggi laser i calciatori della squadra avversaria e lanciavano sul terreno di gioco alcune bottiglie d’acqua semipiene, senza colpire.

€ 1.500,00 BENEVENTO CALCIO S.P.A. perchè propri sostenitori in campo avverso introducevano e facevano esplodere nel proprio settore due petardi, senza conseguenze; gli stessi durante la gara intonavano reiterati cori offensivi verso l’arbitro.

€ 1.500,00 NOCERINA S.R.L. perchè propri sostenitori introducevano e accendevano nel proprio settore alcuni fumogeni e facevano esplodere nel recinto di gioco tre petardi senza conseguenze.

€ 1.000,00 FROSINONE CALCIO S.R.L. perchè propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo, senza conseguenze; gli stessi durante la gara intonavano cori offensivi verso l’arbitro.

€ 250,00 LECCE SPA perchè propri sostenitori introducevano e accendevano nel proprio settore due fumogeni.

[Fonte: Granatissimi.com]