Il giornalista e scrittore romano Maurizio Martucci, dopo le pubblicazioni su Sandri e Paparelli, compie in questo libro – edito da Sperling & Kupfer – un viaggio attraverso il dolore di famiglie e tifoserie per non dimenticare le tragedie che hanno accompagnato il calcio italiano.

Copertina del libroC’è un calcio che uccide. Uccide i tifosi, uccide la passione. Il giornalista e scrittore romano Maurizio Martucci ha scritto un libro dal titolo emblematico “Cuori tifosi”, edito dalla casa editrice Sperling & Kupfer e da oggi nelle librerie al prezzo di 18 euro. Martucci compie un viaggio attraverso la cronaca delle tragedie che si sono consumate negli stadi e per una degenerazione violenta del tifo in Italia. Un viaggio nel dramma e nel dolore che intreccia la storia del nostro Paese, talvolta riportando documenti e testimonianze inedite come quello di Augusto Morganti ucciso a Viareggio nel 1920 da un carabiniere.

Il giornalista è profondo conoscitore del mondo ultras legato alla Lazio ed anche per questo suo rapporto profondo nel 2008 ha scritto un libro dedicato alla scomparsa di Gabriele “Gabbo” Sandri (nella foto in basso) (11 novembre 2007, l’uccisione di Gabriele Sandri una giornata buia della Repubblica, Roma, Sovera Multimedia, 2008) e nel 2009 un secondo sulla storia di Vincenzo Paparelli (Cuore tifoso. Roma-Lazio 1979, Un razzo ha distrutto la mia famiglia, Gabriele Paparelli racconta, Roma, Sovera Multimedia, 2009).

Sulla scia di quest’ultima opera, ha approfondito le ricerche in lavoro tra archivi, documenti processuali e testimonianze. Un modo per non dimenticare tanti nomi, tanti visi di tifosi scomparsi in nome di una passione per lo sport più amato in Italia. Un viaggio nelle tifoserie nel ricordo di persone e vicende che ne hanno segnato i percorsi. Un viaggio che tocca il dolore per tragiche fatalità come quella del diciannovenne tifoso vicentino precipitato dalle gradinate di Parma nel 2009, l’ultimo di una lunga catena; e si sofferma sulla fatiscenza di alcuni stadi e sulla rabbia delle famiglie che vivono nel ricordo dei loro cari e invano hanno atteso che la giustizia dello Stato individuasse e condannasse i responsabili. Cuori tifosi è il canto di dolore degli stadi italiani, delle famiglie e delle tifoserie di vite spente in nome di una passione profonda come quella per il calcio, è un grido nel cuore per non dimenticare.

Al seguente link è possibile leggerne il primo capitolo: http://www.sperling.it/risorse/pdf/cuoritifosi.pdf

[Fonte: Messina Sportiva]