Poche ore ormai all’inizio della nuova stagione e si tornera’ sugli spalti.

Prezzi piu` che accessibili per gli abbonamenti e la piazza ha risposto, in molti infatti hanno sottoscritto la tessera per il nuovo campionato *ad eccezione di chi ha scontato un daspo negli ultimi 30 anni.*

Infatti, secondo l’art. 8 del Decreto Sicurezza bis, chi ha subito tale misura dal 1989 in poi *non puo` fare l’abbonamento* pur potendo comprare il biglietto per ogni singola partita, questo perche` la tessera annuale e` considerata una facilitazione ed e` quindi vietata a chi in passato e` stato soggetto a daspo.

*Al momento quindi chi ha avuto una diffida ed ha saldato il suo “debito” ha un’ulteriore punizione e non puo` godere di nessuna riabilitazione. *

Ovviamente moltissime sono state le proteste e gli avvocati si sono gia` mossi, sembra che la situazione sia in via di soluzione e che al Ministero dell’Interno sia orientato a non considerare l’abbonamento un’agevolazione, cio` non toglie che *i tempi saranno comunque lunghi* e che probabilmente chi vorra’ vedersi riconosciuto questo diritto dovra’ passare per il tribunale con relativi costi e tempistiche.

Il Decreto contiene altre norme come l’*incremento della durata del daspo per i tifosi recidivi (da 6 a 10 anni) e diventa permanente la disciplina dell’arresto differito. *

Restiamo in attesa di novita’ e daremo aggiornamenti se la situazione non dovesse sbloccarsi verso *tifosi che subiscono un accanimento nonostante abbiano gia’ “pagato”. *

*LUNGA VITA AGLI ULTRAS*

*1920*