Gli Ultras della Curva A del Napoli hanno divulgato il seguente volantino: “Quanto inutile parlare, quanto sprecare inchiostro… in questi giorni tutti hanno parlato di tutto un mondo che nemmeno conoscono.

Noi gente datata di curva inorridiamo davanti a questo indegno teatrino che si è venuto a creare e che ci ha visti indirettamente chiamati in causa.

Cominciamo con il precisare che non siamo solidali a nessuno, quantomeno a tutte le tifoserie che da sempre odiamo e continueremo ad odiare.

Da anni abbiamo subito e ricambiato a modo nostro ogni genere di insulti e sfottò che non hanno mai generato in noi un briciolo di vittimismo.

Quell’odio nei cori, negli striscioni, ci emozionava, ci spronava ad essere sempre meglio dentro e fuori gli stadi contro di loro e con ottimi risultati, sempre!

Oggi tutti si scandalizzano per una forma repressiva che in passato abbiamo già subito sulla nostra pelle… come sempre…

Oggi si inventano questa nuova idiozia della “discriminazione razziale” che rende di per essa, uno sfottò reciproco perenne in odio etnico, ma noi non ci caschiamo.

Abbiamo troppa esperienza per capire che sotto c’è il loro maldestro disegno di svuotare le curve dagli ultras, dai loro contenuti.

L’ennesimo abuso trasformato in nuova legge repressiva come le altre per dare l’ennesima spallata in un mondo che ancora “vive” e “puzza” nonostante le innumerevoli difficoltà.

Non ci sentiamo poi rappresentati per niente da tutte quelle tifoserie che accettando un compromesso tesserandosi, hanno perfezionato il loro business, che per noi si chiama sempre passione.

Siamo e resteremo come sempre coerenti ai nostri vecchi valori e diffidiamo chiunque ad interpretare diversamente le nostre posizioni.

ULTRAS CURVA A”.

[Fonte: Napoli Magazine]