I senatori del Pdl Antonio Gentile, Nico D’Ascola, Guido Viceconte, Piero Aiello e Antonio Cariddi hanno reso noto di avere presentato un’interrogazione urgente al ministro Delrio per chiedere “quali urgenti provvedimenti si vogliano adottare per fermare la vergognosa ondata di razzismo che si sta riverberando verso la citta’ di Napoli e il Sud negli stadi italiani”.

”Venerdi sera all’Olimpico, durante Roma Napoli- scrivono i senatori – si sono ascoltati cori vergognosi, ripetutisi ieri sera a San Siro. Ci saremmo aspettati una reazione da parte della maggioranza dei tifosi che non si e’ verificata, a conferma di come ci sia un’esplosione di razzismo che e’ ugualmente intollerabile come quella rivolta ai calciatori di colore. Analoghe scene si verificano quando le squadre calabresi di serie B, Reggina e Crotone- si legge nell’interrogazione- si recano negli stadi di citta’ del nord”.

Gli interroganti denunciano “l’atteggiamento morbido della FIGC che ha addirittura ammorbidito le sanzioni” e chiedono che “ci siano sanzioni giuste per tutti, non solo per le squadre di Milano, come e’ stato auspicato dai quotidiani sportivi, ma anche per quelle del centro, visti i fatti dell’Olimpico“. Per gli interroganti “bisogna applicare le sanzioni Uefa che prevedono gradualmente curve chiuse, stadio chiuso e partite perse a tavolino ogni quando i cori offensivi non provengano da minoranze, ma da settori ampi dello stadio e non ci sia una chiara, netta presa di posizione della maggioranza dei tifosi”.

[Fonte: LaRoma24]