img_9765La Uefa ha accolto solo parzialmente il ricorso del club capitolino contro il turno a porte chiuse comminato per i cori discriminatori contro i polacchi del Legia Varsavia lo scorso 19 settembre

ROMA – Lazio-Apollon Limassol si giocherà il 7 novembre a porte aperte, con la sola chiusura della Curva Nord. A renderlo noto sul proprio sito è la stessa società biancoceleste. La Uefa ha accolto parzialmente il ricorso del club capitolino contro il turno a porte chiuse comminato per i cori discriminatori contro i polacchi del Legia Varsavia, lo scorso 19 settembre.

DANNO MINORE – “È un danno minore di quanto ci aspettassimo, ma non siamo soddisfatti in maniera totale”, dice l’avvocato della Lazio, Gian Michele Gentile, a ‘Lalaziosiamonoi’ in merito alla decisione della Uefa di riaprire l’Olimpico, con l’eccezione della curva Nord, per il match di Europa League con l’Apollon Limassol. “Dovrebbero essere i tifosi a stare attenti ed essere più responsabili in certe cose – prosegue il legale riferendosi ai cori discriminatori contro i polacchi del Legia Varsavia per cui il club è stato punito dall’organo che governa il calcio europeo -. Avevamo chiesto la revoca del provvedimento, siamo riusciti solo a contenerne gli effetti. Resta una richiesta subordinata che limita i danni, ma è sempre una sanzione pesante”.

[Fonte: Corriere dello Sport]