genoa-sienaNell’edizione odierna della Repubblica si torna a parlare dei fatti dell’Aprile 2012 riguardanti Genoa-Siena. In particolare si mettono in luce le anomalie che si stanno verificando duranti i processi, che riguardano 120 supporter rossoblù, i quali quel giorno forzarono le recinzioni dello stadio per invadere un altro settore. La situazione viene definita surreale perché invece di fare un processo unico per definire la situazione dei 120 tifosi, punito col Daspo dalla durata di tre anni, accorpando ad esempio tutti i casi, la giustizia ha deciso di fare tanti processi quanti sono gli imputati, con, sinora, risultati poco razionali. Pare che, alla luce di questa decisione, ci sia stata la paura di tensioni per l’ordine pubblico nei giorni delle sentenze, nonostante la quasi totalità dei denunciati sia incensurata. Molti Daspo comunque sono stati annullati, altri no. Il 21 febbraio ci saranno le seconde sentenze, non è escluso che certi tifosi patteggino una condanna con la contravvenzione, ma col rischio di trovarsi la fedina penale macchiata per tutta la vita. Più probabile quindi che opteranno per il processo con l’effetto caos dei 120 giudizi.

[Fonte: Pianeta Genoa]