Sanzione della chiusura della curva Nord e della curva Sud per un turno e 50.000 euro di ammenda per la Roma; chiusura del secondo anello e della curva sud per un turno e 50.000 euro di ammenda per il Milan; chiusura del secondo anello verde per un turno e ammenda di 50.000 euro per l’Inter; chiusura della curva primavera per una gara per il Torino.

Lo ha deciso il giudice sportivo della serie A Gianpaolo Tosel disponendo, in base alle nuove norme in materia, che «l’esecuzione di tali sanzioni sia sospesa per anni uno con l’avvertenza che, nel caso di specifica recidività nell’ambito di tale periodo, la sospensione verrà revocata e la sanzione si aggiungerà a quella deliberata per la nuova violazione».

Ammende a Juventus (50.000 euro «per avere suoi sostenitori colpito con il lancio di una bottiglietta uno steward cagionandogli in tal modo lesioni personali con conseguente ricovero ospedaliero; per avere devastato e saccheggiato il bar allestito nel loro settore; per avere, inoltre lanciato nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversaria due fumogeni); Napoli (50.000 euro «per avere suoi sostenitori effettuato un fitto lancio di oggetti contundenti di varia natura, bottigliette, aste di bandiera, begala e fumogeni accesi, nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversaria, cagionando in tal modo numerosi feriti e contusi tra costoro e gli stewards intervenuti per sedare i tumulti, con conseguente ricovero ospedaliero per uno di quest’ultimi»; Roma (50.000 euro «per avere suoi sostenitori effettuato un fitto lancio di oggetti contundenti di varia natura, bottigliette, aste di bandiera, begala e fumogeni accesi, nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversaria, cagionando in tal modo numerosi feriti e contusi tra costoro e gli stewards intervenuti per sedare i tumulti, con conseguente ricovero ospedaliero per uno di quest’ultimi»); Atalanta (7.000 euro, «per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, acceso alcuni petardi e fumogeni nel proprio settore e lanciato due fumogeni sul terreno di gioco») e Fiorentina (5.000 euro).

[Fonte: L’Eco di Bergamo]