Sono 200 i biglietti messi a disposizione per i tifosi molossi nella trasferta di Villa D’Agri, causa la ridotta capienza Stadio Comunale Sanchirico. Lo stadio è stato intitolato proprio qualche settimana fa alla memoria di  Francesco Sanchirico, 43 anni, originario di Gallicchio ma residente a Marsicovetere, prematuramente scomparso nel 2017. La celebrazione, fortemente voluta dall’Amministrazione comunale, è stata intesa come omaggio ad un uomo che allo sport cittadino in genere e al gioco del calcio in particolare, ha dedicato gran parte della sua vita.

Naturalmente, nonostante la classifica precaria, i biglietti del settore ospiti sono stati polverizzati senza patemi e circa 200 tifosi rossoneri affollano il settore ospiti che non avendo gradinate, di fatto, non costituisce certo incentivo ulteriore.

Arrivo anche io con mezzora di anticipo e il freddo è pungente, fortunatamente riscaldato da un tiepido sole, ma insomma nemmeno il fattore meteo ha facilitato la vita e invogliato chi aveva voglia di presenziare.

I nocerini si compattano come meglio possono e riescono, nonostante tutto, ad esprimere un bel tifo positivo e possente. Sventolano ininterrottamente i bandieroni ed espongono durante la partita uno striscione per Leonardo, alias Lion, sostenitore nocerino prematuramente scomparso.

La partita in campo vola via in un attimo, con una tifoseria di casa assente ed un monologo totale dei nocerini. Pari in rimonta agguantato allo scadere dagli ospiti che conquistano un punto prezioso in questo scontro salvezza contro il Grumentum.

Antonio D’Acunzi
Reporter Ufficiale Nocerina 1910