Ha suscitato parecchia commozione a Caltanissetta la scomparsa di Angelo Panepinto, che un orrendo male s’è portato via per sempre all’età di 36 anni. Un ragazzo perbene, e non è un ritornello-piagnisteo come spesso si pronuncia post mortem, bensì l’opinione diffusa di chi oggi lo piange e ha sempre pregato affinché Angelo avesse la meglio in quel durissimo braccio di ferro con la morte. Sorridente, cordiale, mai una parola fuori posto. Aveva ancora molto da dire su questa terra, Angelo.

Il nome di Angelo Panepinto è legato al suo negozio, King’s Road, un tempo in via Cavour e poi trasferitosi in via Kennedy, diventato negli anni un punto di ritrovo cult per il movimento ultras siciliano che trattava abbigliamento mod, skin, british. Non ha mai saltato un appuntamento in curva, la domenica, per sventolare il vessillo biancoscudato della sua amata Nissa. Una passione che l’ha spinto a fondare il gruppo Balate Crew. Chi oggi lo piange, e sono davvero tantissimi col cuore spezzato, ricordano come non s’è mai tirato indietro quando c’era da sponsorizzare concerti musicali punk, perché valorizzare le band locali e i talenti – meglio se giovani – che esprimevano, secondo lui era il modo migliore per ridare tonalità e grinta ad una città ingrigita e cupa. I funerali di Angelo Panepinto si svolgeranno lunedì 10 alle ore 16 in Cattedrale. La redazione di Seguonews esprime il proprio cordoglio ai familiari di Angelo, ricordandolo con una citazione di Isabel Allende: “La gente muore solo quando viene dimenticata”.

[Fonte: Seguo News]