La Curva Massimo Capraro nell’olimpo del tifo internazionale. A sancirlo è il sito francese LaGrinta, dedicato al mondo delle curve e alla cultura ultras in generale. Stilando la classifica settimanale degli scatti più belli provenienti dalle gradinate di tutto il mondo, il sito francese ha infatti premiato l’inventiva e la creatività della frangia più calda del tifo giallorosso inserendo le immagini della spettacolare coreografia in notturna contro l’Ascoli nella speciale top ten del weekend e attribuendo ai tifosi catanzaresi un onorevolissimo ottavo posto davanti agli Ultras del CSKA Sofia e agli Ultras Populaire Sud del Nice.«La passione non conosce serie – si legge nella motivazione – Gli Ultras Catanzaro (Lega Pro italiana) lo hanno dimostrato ancora una volta nella sfida contro l’Ascoli in cui sono stati festeggiati i quarant’anni del gruppo». Un attestato di stima che tiene alto il nome della città anche a livello internazionale e rende omaggio all’estro di uno dei gruppi più longevi del panorama italiano.A vincere la speciale classifica di giornata sono stati i tifosi del Rapid Vienna, autori di una coreografia coinvolgente e colorata nel big match contro lo Sturm Graz. Secondo posto per la Curva Fiesole di Firenze, legata al tifo catanzarese da una storica amicizia e vestita a festa per il derby contro la Juventus. A completare il quadro ci pensano i Green Dragons dell’Olimpija Ljubljana, gli Ultras Inferno 1996 dello Standard de Liège, gli Ultras Luzern dell’FC Lucerne, i Los Guerreros del Rosario Central e gli Ultras del Groningen. Confermato il solito ritornello, insomma: al di là dei risultati della squadra, la curva catanzarese vince sempre.

Catanzaro-Ascoli

[Fonte: CatanzaroLive]