La minaccia nominale era accompagnata da altri graffiti tutti riconducibili a determinate formule fisse di disprezzo nei confronti dell’ordine come “Celerino primo nemico”, “Giustizia per Gabbo” e “Acab”, acronimo inglese che sta per “All corps are bastard”.

I capannoni incriminatiInquietante scoperta a Osimo, sui muri del capannoni dell’ex Consorzio Agrario, costruzione versante in pieno degrado all’incrocio tra via Cristoforo Colombo e via Ungheria sono state rinvenute scritte minatorie contro un ispettore della polizia. La minaccia nominale era accompagnata da altri graffiti tutti riconducibili a determinate formule fisse di disprezzo nei confronti dell’ordine come “Celerino primo nemico”, “Giustizia per Gabbo” e “Acab”, acronimo inglese che sta per “All corps are bastard”. Le indagini e gli accertamenti proseguono. Il nuovo questore di Ancona Arturo De Felice ha telefonato all’ispettore preso di mira, esprimendogli la propria solidarietà ed assicurando il massimo impegno della Polizia di Stato per l’individuazione dei responsabili del gesto indimidatorio.

[Fonte: Vivere Ancona]