Videotifo: Lupa Roma-Sora 2-0, Serie D/G 2013/14Due arrestati e 13 denunciati. Si tratta dell’operazione portata a termine dalla Digos della Questura di Frosinone dopo oltre otto mesi di indagine.

Il 6 gennaio scorso un pullman con a bordo circa 40 tifosi dell’Ostiamare ha raggiunto la cittadina sorana per la disputa dell’incontro di calcio con la squadra locale.

L’incontro non era ancora iniziato, ma i sostenitori ospiti hanno deciso arbitrariamente di raggiungere un nutrito gruppo di tifosi sorani raggruppati in via Sferracavallo con l’intento di iniziare una pericolosa provocazione.

Di lì a poco sono scoppiati gli incidenti: dalle parole si arriva ai fatti.

È cominciata una fitta sassaiola e lo scontro è diventato sempre più aggressivo a causa dell’uso di cinte, bastoni ed aste di bandiere usate per colpire gli avversari.

Immediate le reazioni degli uomini della Digos diretti dal Dott. Cristiano Bertolotti che, dopo un’attenta visione delle immagini realizzate dalla Polizia Scientifica, sono riusciti ad individuare gli autori degli scontri.

Due tifosi del Sora sono così stati arrestati in “flagranza differita “ e contestualmente è stata avviata una mirata attività investigativa che ha consentito di denunciare altri tredici tifosi ritenuti responsabili degli scontri.

In particolare sette tifosi del Sora e sei dell’Ostiamare, tutti proposti per l’adozione dei provvedimenti di DASPO, questa mattina sono stati raggiunti dai poliziotti per l’esecuzione di perquisizioni domiciliari disposte dall’Autorità Giudiziaria di Cassino al fine di individuare ulteriori elementi di prova.

[Fonte: Frosinoneweb]