Cò questo sò sei anni, che te ne sei annato, eppure hai visto Gabriè? Non sei dimenticato.Tifoserie de tutto er monno, t’hanno ricordato, cò striscioni, cori e applausi, t’hanno nominato.“Niente squadre, ne bandiere, questo è il Popolo di Gabriele!”

Così dice Papà tuo, che nel dolore nun s’è fermato, e al fianco de Mamma e de Cristiano, sempre, lui ha lottato… e poi col tuo nome, la Fondazione, che aiuta la gente, con dedizione..Io te immagino lassù in alto, fra er celeste e il blu cobalto, che passeggi e che ce guardi, “Mammamia quanti Stendardi!” ..nun è uno, sò miliardi!..E’ l’affetto dei tifosi, sempre pronti, sempre grintosi..

Fondo bianco, scritta Azzurra, ogni stadio lo sussurra, “Gabriele Vive e lotta..!” questo è amore, no nà cotta!E per te sarà pè sempre, cò la voce e cò la mente..perchè Dio ce l’ha insegnato, a morir è solo chi è dimenticato.. Gabriè io c’ho provato, e mpò me sento sollevato.. poche righe, per poi dire..che in ogni tifoso, GABRIELE VIVE!”

 

[Fonte: cittaceleste.it]