Un ragazzo denunciato perché in possesso di un fumogeno, una ragazza colpita dal provvedimento del comune per precedenti di ordine pubblico.

Stretti filtraggi pre-partita ieri all’Olimpico per il match Roma-Napoli. Un tifoso della Roma è stato identificato, denunciato e “daspato” per anni tre perché trovato in possesso di un fumone. A una ragazza che tentava di entrare in un’area riservata senza titolo è stato invece notificato il foglio di via obbligatorio dal comune di Roma, perché risultata avere numerosi precedenti di polizia anche per turbative dell’ordine pubblico durante cortei.

Il dispositivo di ordine e sicurezza predisposto ieri dal Questore Fulvio Fulvio Della Rocca si è dimostrato comunque efficace. Nessun contatto è avvenuto tra le due tifoserie, a parte un solo episodio nel prepartita quando una macchina con a bordo tifosi partenopei che si dirigeva verso lo stadio è stata presa a calci da alcuni ragazzi in motorino ad un semaforo causando la solo rottura degli specchietti laterali.

Sempre prima della partita i tifosi napoletani sugli spalti hanno avuto un acceso diverbio tra di loro e durante l’intervallo c’è stato un lancio di fumoni, poi contraccambiato in direzione del settore dei tifosi della Roma. Nessuno è rimasto ferito. A fine partita i tifosi ospiti sono stati regolarmente scortati in direzione dei parcheggi di scambio senza registrare alcuna criticità.

[Fonte: La Repubblica]