L’obiettivo per Siracusa è ovviamente quello di tornare quanto prima in serie D, anche se la piazza avrebbe voluto tornarci già da questa stagione, non tanto per ragioni calcistiche, ma per riassaporare il derby con i rivali del Catania, costretti a loro volta a ripartire dalla serie D dopo il recente fallimento. La squadra aretusea, a differenza del precedente campionato, è partita subito forte, in un campionato che presenta parecchie insidie.

Al Simone De Nicola di Siracusa arriva questa volta il Città di Taormina, per uno scontro al vertice che già può dire qualcosa in più sulle velleità di entrambi i club. Gli ospiti cedono per 3-1 subendo la prima sconfitta stagionale e questo di rimando è un buon segnale per lo stesso Siracusa. Il ko fa scivolare in basso i biancazzurri ospiti al settimo posto in classifica, ma ad appena due punti dalle quattro squadre che occupano la vetta.

Sembrano lontani i tempi dello stadio sempre pieno e della Curva Anna capace di regalare colore e calore, ma nonostante il calo generale e prevedibile di spettatori rispetto agli anni della C, l’impianto siciliano regala ancora un discreto colpo d’occhio segnatamente al settore del cuore del tifo locale, con gli ultras di casa capaci di sostenere gli undici in campo per tutti i 90 minuti, confermandosi il dodicesimo uomo in campo: insomma che sia Serie C o Eccellenza per loro poco conta. Mancando il confronto con gli avversari la scena la rubano i siracusani ovviamente, con bandiere sempre al cielo e bei cori sostenuti da non meno impattanti battimani.

Al triplice fischio tutti i giocatori raccolgono il meritato applauso dei propri sostenitori, già proiettati però alla prossima trasferta che li vedrà impegnati nella difficile partita di Santa Teresa Di Riva contro i padroni di casa dello Jonica. Dopo un exploit del genere che li ha visti domare e giocare alla pari con una delle migliori compagini del girone, quello che serve per rilanciare le loro ambizioni è una maggiore continuità. 

Foto di Simona Amato
Testo a cura della redazione