Altro sabato di contestazione per il Brescia. Dopo la “sfilata” per le vie di Mompiano organizzata una settimana fa dalla Curva Nord ed i successivi cori durante la gara persa con il Carpi, i tifosi biancoazzurri hanno messo ancora nel mirino società e squadra decidendo di non entrare in curva per il match contro il Latina. La parte solitamente occupata dagli ultras è rimasta vuota, nella zona superiore del settore circa 200 tifosi. Solo uno striscione esposto: “Senza dignità… vergogna”

In concomitanza con il fischio d’inizio, circa 500 supporters si sono diretti sotto la tribuna centrale intonando cori per una mezz’oretta buona. Scena che s’è ripetuta anche nel secondo tempo: ad un certo punto sono arrivati pure i Brescia 1911 (una trentina) e, nonostante le tensioni anche delle ultime settimane, ci sono stati applausi e cori all’unisono contro la famiglia Corioni e non solo. Esposti anche due striscioni all’esterno della tribuna, uno proprio contro i Corioni l’altro contro il diesse Iaconi.

A pochi minuti dal termine i tifosi sono poi entrati in curva Nord, contestando anche la squadra e e urlando a gran voce il proprio dissenso verso i giocatori con un “Vogliamo la Primavera”.

[Fonte: Giornale di Brescia]