Videotifo: Terracina-Fondi 1-1, Serie D 2013-2014Chiuso lo stadio di Terracina. Da domenica prossima e quindi già dall’incontro Terracina –Palestrina lo stadio Colavolpe di Terracina sarà interdetto ai tifosi locali ed ospiti. Il provvedimento è stato deciso dal Prefetto di Latina su proposta del Questore all’indomani dell’incontro casalingo Terracina-Sora dello scorso 23 febbraioconclusosi con la sconfitta della squadra locale.

“Al termine della gara – si legge in una nota – la tifoseria locale si è manifestata particolarmente accesa e turbolenta. Alcuni tifosi hanno scavalcato la recinzione invadendo il campo di gioco per dirigersi verso la curva degli ospiti, senza però, stante la presenza delle forze dell’ordine, riuscire a venire a contatto con l’opposta tifoseria. All’ Uscita dallo stadio una settantina di facinorosi terracinesi si sono posizionati lungo il percorso dell’unica via di esodo dallo stadio per attendere il pullman dei tifosi del Sora allo scopo di tendere loro un’imboscata. Le due squadre del reparto mobile sono state fatte oggetto di lanci di pietre ed oggetti contundenti mentre venivano dati alle fiamme due cassonetti della nettezza urbana. Il bilancio al termine degli incidenti è stato di 16 tifosi terracinesi denunciati per lancio di materiale pericoloso, scavalcamento ed invasione di campo durante le manifestazioni sportive e 5 di loro anche per i reati di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale. Nei loro confronti il Questore di Latina ha emesso provvedimenti di DASPO che vietano ai 16 denunciati l’accesso alle manifestazioni sportive per periodi da 1 a 3 anni. Ad aggravare il già complicato quadro delle intemperanze della tifoseria del Terracina Calcio, anche gli episodi già evidenziati e segnalati in passato ed in particolare nella scorsa stagione calcistica, tanto da far venire meno i presupposti di ordine e sicurezza pubblica per il loro accesso allo stadio”.

[Fonte: Latina 24 ore]