L’iniziativa denominata “Ultras for Homeless”, ideata da tifosi (juventini e non) di Milano, nasce per aiutare il centro SOS Stazione Centrale, con l’obiettivo di promuovere l’acquisto o la donazione di coperte e sacchi a pelo per i senza tetto. SOS Stazione Centrale è una sede della Fondazione Exodus di don Antonio Mazzi.

Il centro SOS è stato aperto nel 1990 alla stazione di Milano in accordo con le Ferrovie dello Stato, per fornire un servizio di ascolto, orientamento e prima assistenza alle persone in condizione di emarginazione sociale (senza tetto, alcolisti, tossicodipendenti e persone in difficoltà) presenti nello scalo e zone limitrofe. Nei mesi invernali gli utenti del centro raggiungono le 250 unità giornaliere ai quali vengono offerti servizi di prima assistenza nelle ore diurne. Il centro è gestito da alcuni volontari, e il responsabile del servizio è Maurizio Rotaris.

A causa dei tagli governativi sui servizi rivolti alle persone in condizioni di grave emarginazione sociale, il servizio SOS ha ricevuto nell’anno 2013 un solo contributo dal Comune di Milano per € 9.000, non sufficienti nemmeno a coprire il costo di uno stipendio. Pertanto, il centro si attiva per reperire altre forme di sostegno per coprire le spese vive del servizio. Da anni ogni inverno invita i cittadini a portare coperte, sacchi a pelo, per tamponare la situazione di emergenza di chi vive in strada e non trova o non vuole recarsi nei rifugi predisposti dall’amministrazione comunale. La stima approssimativa di tale fascia di persone (ovvero coloro che non accedono a servizi predisposti per l’emergenza freddo) è di circa mille unità nella città di Milano. 

Nei giorni scorsi, si è attivato il movimento degli ultras, senza distinzione di fede sportiva. Alessandro Romano (VJ Milano sul web) ha cercato di mobilitare le proprie conoscenze personali all’interno delle tifoserie, non solo di quella juventina, affinché si trovassero i modi per aiutare il centro SOS. L’idea è stata accettata e sposata da molti esponenti dei gruppi ultras di Juventus, Inter, Milan, Siena e Bologna, oltre che da diversi tifosi non appartenenti al tifo organizzato. In molti si sono attivati o si stanno attivando con varie modalità. Un’iniziativa trasversale, non legata ai colori della maglia, ma al desiderio di fare qualcosa di concretamente utile.

I gruppi ultras di Siena e di Bologna stanno sviluppando autonomamente dei punti di raccolta nelle rispettive città, allo scopo di raccogliere coperte e capi d’abbigliamento che verranno poi ritirati in loco dai volontari. A Milano, come detto, il punto di raccolta è presso il centro SOS Stazione Centrale.

Gli ultras di Milan e Inter, oltre a quelli juventini residenti in Milano e zone limitrofe, hanno creato un appuntamento per tutti coloro che vorranno parteciparvi. Un incontro per un aperitivo, con l’obiettivo di raccogliere fondi, generi di primaria necessità, abbigliamento, ed ogni cosa possa essere utile a chi, per scelta propria o altrui, non ha un tetto, un letto e quattro mura a proteggerlo dall’inverno.

Lunedì 28 ottobre, dalle ore 18 in poi, presso il Bar Fly a Milano, in piazza della Vetra n.21.

Per i tifosi juventini, ultras e non, e per tutti coloro che intendono partecipare all’iniziativa, è stata promossa una raccolta fondi per SOS Stazione Centrale, con l’attivazione di un’apposita PostePay. Questi i dati necessari.
PostePay n.: 4023 6009 0060 2873
intestata a: ROMANO Alessandro Domenico Andrea
codice fiscale: RMNLSN 71R04 F205E
.

[Fonte: Juventinovero.com]