Facendo le dovute proporzioni, non ricordavo un blackout durante una partita di calcio da quel famoso Olympique Marsiglia-Milan 1991-92 di Coppa dei Campioni, con la differenza che in quell’occasione i giocatori, del Milan, vennero fatti uscire di fretta dal terreno di gioco da Galliani, invece questa sera i giocatori, di entrambe le squadre, sono rimasti fin oltre il fischio finale dell’arbitro che ha sancito la fine di questo primo Trofeo “Birra Raffo”, ad ammirare lo spettacolo offerto dagli ultras della Curva Nord, filmando e fotografando quanto accadeva nel settore.

Serata strana, cominciata oltre un’ora dopo del previsto a causa dell’assenza dell’arbitro, arrivato in netto ritardo tra l’ilarità del pubblico presente, incredulo sulle motivazioni di tale rinvio.

Poco meno di 3.000 i presenti tra cui un centinaio provenienti da Fasano. Gli ospiti si sistemano dietro lo striscione “AVANTI FASANO” e, nell’attesa dell’inizio della partita e per buona parte della stessa, cantano ed incitano la propria compagine senza mai fermarsi.

La Nord decide invece di dedicare questa partita a Nadia Toffa, inviata de “Le Iene” recentemente scomparsa e che aveva contribuito in maniera fattiva ad ampliare il reparto pediatrico dell’ospedale di Taranto, permettendo di stipendiare altri due pediatri grazie alla raccolta di quasi mezzo milione di euro attraverso la vendita di magliette recanti la scritta “Ie Jesche Pacce Pe Te”,  ad ampliare il reparto pediatrico dell’ospedale e stipendiare due nuovi pediatri.

Due gli striscioni oltre ad una gigantografia dedicati alla giornalista, mentre buono è il tifo per entrambe le tifoserie, con la gradinata che ha contribuito all’incitamento alla squadra di casa, segnalandosi per alcuni cori contro l’ex ILVA, applauditi da tutti i presenti. Lo spettacolo finale offerto dalla Nord, dopo il triplice fischio è stata la ciliegina sulla torta di questa partita.

Testo di Fabio Mitidieri.
Foto di Riccardo Dibiase e Fabio Mitidieri
.

Galleria Dibiase:

Galleria Mitildieri: